AMICI: Reiki Team | Jing tao | Hikari Reiki Kai | Associazione Tao

CALENDARIO 2020: E' disponibile il nuovo calendario delle attività in formato PDF. Clicca qui!


ULTIMI DOWNLOADS:

- Rilassamento e affermazioni
- Connessione con l'universo - Missione
- Relax guidato 14 minuti

ULTIMI ARTICOLI:

22/11/2010 - In un mondo perfetto
07/10/2010 - Noi creatori
08/06/2010 - NecessitÓ
08/06/2010 - Una partita a carte
17/05/2010 - Cos'Ŕ lo stress
17/05/2010 - La meditazione fa ringiovanire

PROSSIMI EVENTI:

 


Se sei interessato puoi provare gratuitamente alcuni degli esercizi guidati scaricabili compilando un semplice modulo.

I dati inseriti devono essere veritieri poichŔ venogno verificati ed in seguito viene inviato un link per il download dell'esercizio.

Richiedi gratuitamente qui



CENTRO STUDI E RICERCHE OLISTICHE

di MAURIZIO BATTISTELLA

Via Palestrina, 8 – Trieste -

Tel. 040 568911  338-7592945

Fax. 040-945057

P.I.00879060325

C.F. BTTMRZ58P02L424I 

 “Yin & Yang are One”

 

Le emozioni non esistono

Le emozioni sono semplicemente il risultato di una combinazione di muscoli che si contraggano o si rilassano, di sostanze chimiche rilasciate dall’organismo e di impulsi elettrici convogliati dal nostro sistema nervoso.

Questo vuol dire che ogni significato che attribuiamo a queste mozioni e sensazioni relative, è semplicemente un’etichetta che abbiamo costruito nella nostra mente in base a molti fattori fra i quali e non ultime, le nostre esperienze passate, il nostro sistema di credenze ed il come abbiamo imparato, a livello familiare e sociale, ad interpretare determinate condizioni neurofisiologiche.

Dal punto di vista pratico, ciò significa che non solo la risposta emozionale che diamo a determinati eventi altro non è se non una risposta fisiologica alla quale diamo un’interpretazione personale, ma significa anche che quando nella nostra vita si presentano emozioni/sensazioni spiacevoli, possiamo essere consapevoli che, in ampia misura, esse sono prodotte da noi stessi ed il significato che esse hanno è ancor più ampiamente solo un prodotto della nostra mente.

Ovviamente questo, nella nostra esistenza, non diminuisce l’importanza delle emozioni poiché, in definitiva, sono segnali importanti che ci invia il nostro “sistema operativo”.

In questo senso, ad esempio, quando determinati luoghi, persone o situazioni ci comunicano un senso di disagio, o di malessere, possiamo renderci consapevoli di due o tre importanti fattori che stanno accadendo.

Prima di tutto possiamo constatare che il nostro meccanismo dì informazione sta funzionando correttamente, ovvero il nostro corpo e il nostro sistema nervoso, attraverso una serie di operazioni piuttosto complesse, ma facili da comprendere nella loro essenza, ci stanno comunicando che i segnali percepiti dai nostri organi di senso e trasmessi al nostro cervello, sono stati elaborati e la nostra mente ha deciso di utilizzare il nostro sistema nervoso per trasmettere al nostro corpo determinati messaggi che, in un certo modo, servono per indicare quanto sia in disaccordo la situazione con ciò che pensiamo sia il nostro maggior benessere.

In questo senso è anche vero che, a questo punto, possiamo  operare delle scelte molto astute.

Prima di tutto possiamo decidere se accettare questo tipo di messaggio ed agire in modo congruente col suo significato, ovvero di base allontanarci dalla situazione/persona/luogo che è stato riconosciuto come nocivo o pericoloso, oppure modificare la nostra percezione di come viene vissuta la situazione.

Effettivamente noi abbiamo un ampio potere di controllo sulle nostre reazioni e funzioni fisiologiche e tale potere può modificare ampiamente la nostra risposta a determinate situazioni e di conseguenza come le viviamo emozionalmente.

Senza voler banalizzare questo concetto, possiamo anche considerare l’effetto che, a livello fisico ed emozionale, può avere su noi il respirare profondamente.

Ad esempio, neurologicamente, è impossibile sentirsi tristi mentre si mantiene la spina dorsale eretta, si respira profondamente e si guarda verso l’alto; questo avviene perché il nostro stato emozionale, quello fisiologico (di cui proprio la postura, la respirazione e lo sguardo sono i principali componenti) e quello mentale sono indissolubilmente correlati.

Detto ciò possiamo considerare come le emozioni e le sensazioni fisiche che essi comportano, sono messaggi importanti che possiamo considerare ed ai quali possiamo adeguarci, ma sono anche messaggi di cui possiamo renderci consapevoli e  scegliere, se lo riteniamo necessario, di azzerarli, continuare per la nostra strada, senza esserne infastiditi.

Su come far ciò, possiamo dare un banale consiglio come per l’appunto mantenere la spina dorsale eretta respirare profondamente e guardare dritto davanti a sé, o verso l’alto rilassando al massimo possibile e completamente tutto il proprio corpo.
Per ottenere dei risultati rapidi  e duraturi riguardo al modificare il nostro stato emozionale, nel Sistema Inochi® abbiamo molte tecniche di tipo diverso di cui i metodi vengono insegnati durante i Seminari del Sistema.

Rammentiamo tuttavia che i semplici consigli qui considerati possono rivelarsi estremamente utili ed efficaci anche nella maggior parte dei casi più ostinati di disagio emozionale.